40 Ritratti di “razza”  per giocare a Memory o a Mercante in Fiera

20,00

Autore: Edizioni ALTEA srl
Carte: due mazzi da 40
Disegni: Amelia Murante
ISBN: 978-88-97525-30-1

Description

 Per giocare a Memory o a Mercante in Fiera

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. È un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente dovreste rinfrescare la vostra memoria. Rinfrescatela subito giocando a Memory con le nostre CARTE! Ecco quindi le regole per giocare a Memory!
Per giocare a Memory basta un mazzo di carte. Si può giocare da soli o in compagnia. I mazzi di Memory sono composti da coppie di carte uguali.
Le regole del Memory sono molto semplici. L’obiettivo del Memory è formare coppie di carte uguali. Per giocare serve quindi un pò di memoria. Non esiste un criterio univoco per decidere chi comincia il gioco. Una volta stabilito il primo giocatore, potete iniziare la partita. A rotazione, ciascun giocatore scopre due carte. Quando le carte vengono scoperte bisogna restare concentrati. Ricordare la collocazione delle singole coppie di carte uguali infatti è la chiave per vincere a Memory.
Se un giocatore scopre due carte diverse, esse devono essere nuovamente disposte a faccia in giù. In tal caso il giocatore non incassa nessun punto. Il turno passa quindi al giocatore successivo. Quest’ultimo avrà il vantaggio di aver visto le due carte scoperte dal giocatore precedente.
Quando un giocatore scopre una coppia di carte uguali, le incassa. Lo stesso giocatore ha poi diritto a scoprire altre due carte. Il giocatore prosegue a scoprire coppie di carte fino a che non sbaglia accoppiamento. Quando il giocatore sbaglia, tocca al giocatore successivo formare le coppie. All’inizio dovrete scoprire le carte in maniera casuale. Col passare dei turni dovrete sforzare un pò la memoria. Così potrete formare le coppie per poter ottenere la vittoria. Il gioco finisce quando non ci sono più carte sul tavolo. Vince chi ha incassato più carte. Il trucco per non perdere a Memory è avere una memoria di ferro! Se perdi non disperare! La prossima volta avrai una memoria più allenata!

Mercante in Fiera è un gioco basato su carte particolari con disegnate curiose figure. Esistono mazzi di carte personalizzati per il Mercante in Fiera, caratterizzati dalle figure più disparate (animali, costumi, personaggi mitologici) e poi ci sono le nostre… caratterizzate da 40 Ritratti di Razza; d è stato creato persino un quiz televisivo basato su questo antico gioco di carte. Questo gioco non ha un numero di giocatori prefissato, più giocatori sono presenti più esso risulterà appassionante.
Il gioco ha origine nel 1522 quando Geronimo Bambarara un povero di Venezia ideò un semplice passatempo: vendendo dei biglietti per pochi soldi permetteva agli acquirenti di partecipare all’estrazione finale di un premio. I biglietti vincenti venivano messi in un’urna con scritto sopra il premio vinto. Da allora si diffuse con molto successo questo gioco che nel tempo venne modificato fino alle attuali regole dei nostri giorni.
Si usano 2 mazzi identici da 40 carte ciascuno le cui carte rappresentano ognuna una figura diversa, mentre il dorso dei due mazzi è di colore differente (rosso e blu). Un giocatore si propone come mercante e sarà colui che dirige il gioco con carisma e furbizia. Egli,dopo aver fatto pagare ad ogni giocatore la posta convenuta, inizia a distribuire le carte da un mazzo (esempio il blu) in quantità uguale per ogni giocatore, tenendone da parte però almeno ¾ del mazzo, le quali saranno successivamente vendute all’asta. Ad esempio per otto giocatori verranno date tre carte e sedici resteranno da parte. Ogni giocatore ricevute le carte le posizionerà avanti a sé scoperte. Inizierà quindi l’asta da parte del mercante che dovrà fare sfoggio della sua abilità per ricavarne più soldi possibili. È consigliato prima di vendere le carte all’asta di ripetere il bando per tre volte in modo da guadagnare più soldi nel piattino.Distribuite tutte le carte la somma ottenuta dalle aste viene suddivisa in premi (dal valore più basso al più alto).Il mercante sceglie e posiziona sul tavolo, coperte, da 3 a 6 carte dal mazzo rosso, le quali saranno le carte vincenti su cui verranno posizionati i premi. Per mantenere un pò di suspense nel gioco, il banditore scoprirà per ultime le carte coperte del mazzo rosso (quelle con i premi), e per prime scoprirà invece le carte perdenti in modo tale da far crescere l’attesa dei giocatori. Sono permesse all’interno del gioco scambi di carte tra mercante e concorrente o compravendita delle carte rimaste tra i giocatori.
Il valore delle carte vincenti viene assegnato a proprio piacimento dal mercante a seconda del ricavato ottenuto dalle aste.
Lo scopo del gioco è riuscire a sopraffare la furbizia del mercante ed aggiudicarsi il premio vincente più alto.

 

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “40 Ritratti di “razza”  per giocare a Memory o a Mercante in Fiera

Your email address will not be published. Required fields are marked *